Come Superare La Fine Di Un Amore
Fine Di Una Storia

E cominciare una nuova vita serena

Come Superare La Fine Di Una Storia d'Amore

In che modo si può voltare pagina quando un amore finisce?

Come Superare La Fine Di Un Amore, Fine di Una Storia

Ci sono momenti, all’interno di una storia d’amore, in cui ci chiediamo a che punto siamo della relazione, se sta andando tutto bene o se c’è qualcosa che inizia a stridere nel rapporto con l’altro.

Gli amori nascono in modi diversi, colpi di fulmine, sentimenti travolgenti che ci sembra impossibile contenere nel nostro cuore oppure lentamente, un po’ alla volta, giorno per giorno.

Oppure puo' essere un epilogo tragico dato dalla scoperta di un tradimento che non si riesce a superare.

Ma se abbiamo ben chiaro come inizia, sappiamo anche come finisce? Sì, perché a volte l’amore termina, possiamo accorgerci che appassisce un po’ alla volta, giorno per giorno muore nei piccoli gesti, oppure d’un tratto lo realizziamo, non amiamo più la persona che abbiamo al nostro fianco o è lei che non ci ama. Come si riconosce, quindi, la fine di un amore?

La fine dell'attrazione=la fine dell'amore

La fine di un amore può essere scatenata da diverse cause:

  • rapporti morbosi
  • tradimenti
  • fine della passione
  • mancanza di fiducia e rispetto.

Quando il rapporto si incrina diventa poi difficile aggiustarlo, è allora che i due amanti si lasciano arrivando a provare spesso da una delle parti addirittura sentimenti di odio e amore.
Ci sono segnali molto chiari per capire che la storia d’amore è ormai giunta agli sgoccioli, quello forse più lampante è che l’attrazione iniziale non ha portato a nulla di più, anzi, col tempo è svanita.

Si inizia volgendo lo sguardo altrove, a trovare più interessanti altre persone o più attraenti fisicamente, cosa che prima non accadeva perché si era presi dalla passione che si provava per la persona al proprio fianco e che ora non sente più.

Diversi obiettivi di coppia e partner egoista che hanno portato alla rottura di un legame

Potrebbe venire a galla una diversità di visione degli obiettivi della vita, i valori fondamentali non sono gli stessi e si è palesemente incompatibili, viene a mancare quelle che sono le basi di un rapporto d’amore: l’affinità, la complicità, la stessa visione della vita assieme e dei traguardi da raggiungere come coppia.

Aumenta quindi la confusione, il rapporto non è più chiaro come un tempo, i desideri sono cambiati e forse è solo una delle due parti a cercare veramente di farlo funzionare mentre l’altra non investe le stesse energie nel rapporto, addirittura attua dei comportamenti disonesti e cerca di trarre vantaggio dal rapporto con l’inganno.

Di conseguenza qualcuno potrebbe iniziare a domandarsi cosa ci stia a fare con questa persona, se non sia il caso di volgere lo sguardo da un'altra parte e cercare un compagno più adatto, qualcuno il cui tempo passato assieme si riveli un investimento e non una perdita di tempo o addirittura la causa dell’aver messo in disparte le proprie esigenze personali, le proprie passioni e la propria carriera.

Come Superare La Fine Di Una Storia d'Amore

Superare un fallimento in amore e ripartire alla grande

Il compagno morboso, una delle possibili cause della fine di un rapporto

Anche un partner che si comporta in maniera opposta, quindi assillante e che trasforma il rapporto di coppia in uno di dipendenza può portare alla fine di un amore. Il compagno assillato cercherà di fuggire, di trovare il suo spazio fuori dal fidanzamento perché è oramai diventato un rapporto opprimente che toglie le forze.

Cosa succede quando un amore finisce e come superare questa fase della fine di una storia d'amore

Immancabilmente la persona lasciata o che si rende conto l’amore in cui credeva tanto in realtà è finito cercherà delle spiegazioni per l’accaduto.

  • La prima cosa che solitamente accade è trovare a chi o a che cosa dare la colpa. Si poteva cambiare qualcosa, un comportamento, un atteggiamento, prendere una scelta diversa.
  • La sofferenza ci spinge a cercare una ragione per l’accaduto. Ma come si dice "non si piange sul latte versato", ormai quel che è successo è successo e non si può tornare indietro per cambiare le cose, quindi, basta cercare colpe e creare falsi vittimismi, semmai c’è una lezione da imparare anche da questa esperienza.
  • L’amore appena passato e la ferita aperta dalla fine di esso insegnano molto, cosa una persona cerca nel compagno, quali sono i suoi obiettivi, che errori ha commesso durante la relazione che non vorrebbe più ripetere.
  • Si attua così un meccanismo di guarigione, la riflessione ci aiuta a maturare e a renderci conto che il dolore proveniente da questa triste esperienza può, in realtà, farci imparare molto.
  • In questo momento doloroso si puo' imparare a capire in profondità gli errori compiuti e si capisce meglio cosa vuol dire amare una persona prima di poterci innamorare un'altra volta.
  • Il resto lo farà il tempo, fossilizzarsi a rimuginare su ciò che è stato per troppo tempo non porta a nulla di buono, una volta compresi gli sbagli è il momento di passare oltre.
  • La vita va avanti, si conoscono nuove persone, si fanno nuove esperienze, si cresce.
    Quella che afferma il neurologo Leonardo Palacios, "il mal d’amore è in generale una sensazione di tristezza ed ha tre fasi: la negazione, la colpa e l’accettazione", è forse la frase che meglio riassume quanto appena descritto poco sopra.

Prima desideriamo salvare il rapporto a tutti i costi, anche al prezzo di sacrificare noi stessi, poi ci incolpiamo della fine o scarichiamo tutte le colpe sull’altro e, alla fine, grazie al trascorrere del tempo e alla riflessione sull’accaduto accettiamo, che non vi è più nulla che possiamo fare se non voltare pagina ed andare avanti verso nuove esperienze amorose. In questo modo supereremo una delusione d'amore.

Come superare la fine di un amore nel XXI secolo

La tecnologia non sempre aiuta a passare oltre una delusione amorosa, basti pensare ai social network che ci riempiono di notifiche ed informazioni riguardanti la persona che sino a poco fa era la nostra anima gemella, eventi a cui partecipa con gli amici in comune, nuove foto profilo delle vacanze in posti esotici in cui si doveva andare assieme, commenti di altre persone ammiccanti.

Il primo consiglio per superare la fine di un amore è di non comportarsi da stalker, ovvero non seguire la persona, chiamarla o mandarle messaggi, oltre a rischiare di superare la soglia della legalità è nocivo per la salute.

La prima cosa da fare quando si chiude una storia d’amore è evitare comportamenti morbosi, la costante ricerca di informazioni sulla persona amata, questo non permetterà di superare lo spettro di un legame che ormai non esiste più.

Ovviamente dipende da situazione a situazione ma, generalmente, è meglio tagliare i ponti. Limitare se non evitare qualunque tipo di contatto, soprattutto per i primi tempi. Sarà sicuramente difficile visto che abbiamo social network installati anche sul cellulare che teniamo costantemente in mano ma provarci è il primo passo.

Da ricordare che buttarsi su foto e regali dell’ex non è certo un buon modo per evitare il suo profilo social. A volte bisogna rinunciare all'idea di voler riconquistare ad ogni costo la propria ex o il proprio ex.

Come Superare La Fine Di Una Storia d'Amore

Superare la fine di un rapporto d'amore

Cuori spezzati: Affrontare il problema con amici e professionisti in aiuto

Anche nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi non è la soluzione migliore, per prima cosa il problema va affrontato di petto, con una persona cara o con un professionista, la cosa più saggia da fare per avere un feedback oggettivo su quella che era ed è la situazione è parlarne con qualcuno. Il fatto che lui sia sparito puo' pero' essere fonte di un vero e proprio trauma.

Qualcuno che ci conosce può andar bene, purché non sia troppo di parte, se la situazione è da reputarsi complessa per durata e tipologia del rapporto che si è appena infranto è sempre da valutare l’aiuto di una persona competente che, oltre a considerare l’accaduto in modo oggettivo, può fornire validi consigli su come evitare situazioni nocive e comportamenti errati che potrebbero ripetersi nel tempo e che hanno portato nel passato alla rottura della coppia.

Lista delle caratteristiche del futuro partner

Tra le soluzioni da adottare per evitare di incappare in un partner che, come il precedente, potrebbe portare all’avvio di un rapporto inconcludente, sarebbe bene stilare una lista con almeno cinque caratteristiche che il partner ideale dovrebbe avere e cinque caratteristiche proprio da evitare.

Questo permette di focalizzare il tipo di persona ricercata in base ai propri parametri, il tipo ideale o la tipa ideale.

Una persona che non solo abbia gli stessi interessi, ma anche gli stessi obiettivi nella vita e nella coppia, quella famosa metà in grado di comprendere i bisogni dell’altro e di completarlo.

  • Questa lista non deve però portare a creare un ideale troppo alto ed irraggiungibile del partner desiderato, semmai il contrario, certamente ci sono comportamenti e difetti che si possono accettare di una persona, l’importante è avere modo di escludere quelli più estremi che andrebbero a influire sul rapporto, segnandolo come già destinato a morire nonostante sia appena agli inizi.
  • Anche le cinque caratteristiche positive da cercare nel futuro compagno devono essere realistiche ed umanamente possibili, inoltre, bisognerà accettare il compromesso tra pro e contro, ovvero, sarà quasi impossibile riuscire ad incontrare la persona che soddisfa tutti i criteri positivi e nessuno dei negativi, oltre a inserirli nella lista bisogna dare anche un peso.

Questa lista, probabilmente, farà realizzare a molte persone che i loro ex compagni avevano più contro che pro.

La fine di un amore: Il lato positivo

Infine, bisognerà cercare ciò che c’è di positivo nella fine dell’amore.

Se il partner era opprimente, lasciava poco spazio e tempo libero, ora sarà il momento di riprendersi la rivincita e realizzare tutti quei progetti che per molto tempo sono rimasti segregati in un cassetto perché il partner non li condivideva.

Essere in soli, in fondo, non è così negativo, basta semplicemente trovare il proprio equilibrio nei propri spazi e tra i propri interessi personali o professionali.

Se volete approfondire trovate sul Corriere questo ottimo articolo.