Poesie d’Amore per Lei

Poesie D'Amore Per Lei

Rivolgiti alla tua lei con parole dolci d'amore

POESIE D'AMORE PER LEI

Il tema dell'amore nella poesia interamente dedicata alla donna

Vuoi dedicare delle bellissime parole d'amore alla tua fidanzata, compagna, moglie o la donna di cui sei segretamente innamorato? Ecco qui una originale e unica raccolta di poesie d'amore per lei.

Le poesie d'amore per lei racchiudono tantissimi aspetti diversi di un sentimento che, a sua volta, possiede un'infinità di sfaccettature. Nobile e difficile da definire in maniera univoca, la tematica amorosa ha appassionato centinaia di migliaia di autori, fin dai tempi più remoti.

L'amore è uno dei temi preferiti di migliaia di poeti ed artisti di ogni epoca, i quali hanno deciso di esprimere e raccontare questo sentimento nelle forme più varie ed appassionate.

Ogni poesia d'amore, nel corso della storia ha disegnato il sentimento in una moltitudine di forme differenti: romantico e corrisposto, indistruttibile, leggero, sensuale, colmo di passione e desiderio, crudele e distruttivo ispirato al mondo femminile.

Una selezione di poesie d'amore per lei in grado di dar voce ai propri sentimenti

Nonostante la giornata mondiale della poesia sia ancora abbastanza lontana (21 marzo), la voglia di dimostrare alla donna amata il proprio amore è una costante (o almeno dovrebbe esserlo).

Per questo motivo è giunto il momento di proporre una lista di poesie d'amore in grado di esprimere in maniera più profonda e musicale un concetto tanto semplice quanto profondo come il classico "ti amo".

Parole dolci da sussurrare alla tua Lei

Ecco una rassegna di poesie d'amore per lei scritte da alcuni degli autori più celebri del presente e del passato. Una lista di brevi ma grandi capolavori della letteratura, da dedicare alla donna che ci fa battere il cuore e che vorremmo sempre al nostro fianco.

Poesie che non servono soltanto a mostrare un sentimento spesso non completamente dichiarato, ma che possono aiutare ad impreziosire un discorso, una lettera o un regalo, rendendo speciale un momento da vivere insieme e da conservare gelosamente nel cuore e nei ricordi.

Parole romantiche, tenere, eleganti o sensuali, in grado di accompagnare nel migliore dei modi due innamorati durante i momenti più importanti della loro relazione.

Perché dedicare una poesia alla propria lei? Perché si tratta di uno dei modi più belli e convincenti per esprimere i propri sentimenti e per far felice la donna che la riceverà, la quale avrà la possibilità di leggere qualcosa davvero in grado di giovare al cuore e all'anima.

Poesie d'Amore per Lei

Ci vogliono mille parole per conquistare una donna e una sola per perderla per sempre

Selezione speciale delle migliori poesie d'amore per lei di poeti uomini

Per il mio cuore - Pablo Neruda

"Per il mio cuore basta il tuo petto, per la tua libertà bastano le mie ali. Dalla mia bocca arriverà fino in cielo ciò che stava sopito sulla tua anima. È in te l'illusione di ogni giorno. Giungi come la rugiada sulle corolle. Scavi l'orizzonte con la tua assenza. Eternamente in fuga come l'onda. Ho detto che cantavi nel vento come i pini e come gli alberi maestri delle navi. Come quelli sei alta e taciturna. E di colpo ti rattristi, come un viaggio. Accogliente come una vecchia strada. Ti popolano echi e voci nostalgiche. Io mi sono svegliato e a volte migrano e fuggono gli uccelli che dormivano nella tua anima".

Pablo Neruda, pseudonimo di Ricardo Eliécer Neftalí Reyes Basoalto, nacque il 12 luglio del 1904 a Parral, in Cile. Neruda fu premio Nobel per la letteratura nel 1941 ed è tuttora considerato uno dei più grandi esponenti della letteratura latino – americana di tutti i tempi. Spesse volte fu definito "poeta-pittore", poiché proprio come un artista figurativo amava dipingere la realtà attraverso le sue parole. Scelse questo pseudonimo in onore dello scrittore ceco Jan Neruda ed è stato definito da Gabriel Garcia Marquez il più grande poeta del XX secolo.

Sonetto 116 - William Shakespeare

"Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l'altro s'allontana. Oh no. Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai. Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio; se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato".

William Shakespeare fu un grande poeta e drammaturgo inglese. Nacque a Stratford-upon-Avon nel 1564 e vi morì nel 1616 dopo una carriera che lo rese unanimemente il più importante drammaturgo di tutta la cultura occidentale. Le sue opere teatrali sono tra le più famose di sempre, tradotte in tutte le maggiori lingue del mondo. Detto il Bardo dell'Avon, riuscì ad eccellere sia nella commedia che nella tragedia, coniugando una dettagliata caratterizzazione dei suoi personaggi con i gusti popolari tipici della sua epoca e con una poetica raffinata, che faceva il paio con una stupefacente profondità filosofica.

Tre fiammiferi accesi - Jacques Prévert

"Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L'ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia".

Jacques Prévert nacque il 4 febbraio del 1900 a Neuilly-sur-Seine, in Francia. Trattò spesso la tematica amorosa, intendendo l'amore come unica salvezza del mondo. Descrisse questo sentimento come sofferenza, tradimento, libertà e continua ricerca dell'altro, paragonandolo spesso al volo degli uccelli, che esattamente come l'amore, non può essere forzato o incatenato, essendo una delle cose più spontanee al mondo. Chiunque provi a sottometterlo inevitabilmente finisce per perderlo.

Poesie d'Amore per Lei

La bellezza di un fiore può dare l'idea di una poesia d'amore per la tua lei

Amo in te - Nazim Hikmet

"Amo in te
l'avventura della nave che va verso il polo
amo in te
l'audacia dei giocatori delle grandi scoperte
amo in te le cose lontane
amo in te l'impossibile
entro nei tuoi occhi come in un bosco
pieno di sole
e sudato affamato infuriato
ho la passione del cacciatore
per mordere nella tua carne.

amo in te l'impossibile
ma non la disperazione".

Il più bello dei mari - Nazim Hikmet

"Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto".

Nazim Hikmet nacque a Salonicco (all'epoca parte dell'Impero Ottomano) il 15 Gennaio del 1902. È stato un poeta, scrittore e drammaturgo turco naturalizzato polacco. Fu definito un rivoluzionario romantico ed è tuttora considerato uno dei più grandi poeti dell'epoca moderna. Durante la guerra d'indipendenza, in un primo momento si schierò dalla parte di Kemal Ataturk, ma ben presto rimase molto deluso dai suoi ideali nazionalisti. Decise così di iscriversi al partito comunista, ma dopo poco fu condannato per marxismo, scegliendo l'esilio volontario in Russia. Nel 2002, per effetto di una petizione cui prese parte il popolo turco, gli fu restituita la cittadinanza.

Segui l'amore- Khalil Gibran

"L'amore non dà nulla fuorché sé stesso
e non coglie nulla se non da sé stesso.
L'amore non possiede,
né vorrebbe essere posseduto
poiché l'amore basta all'amore".

Khalil Gibran è stato un poeta, letterato e pittore libanese naturalizzato statunitense. Nacque il 6 gennaio del 1883 a Bisharri, in Libano, ma ben presto si trasferì con tutta la famiglia a Boston, negli Stati Uniti d'America. La sua poetica è governata dal rapporto con la divinità, nella cui visione si intrecciano argomenti e simboli provenienti da ogni filosofia e religione.

Rabindranath Tagore

"Nel tuo sonno, al limite dei sogni,
aspetto guardando in silenzio il tuo viso,
come la stella del mattino che appare per prima
alla tua finestra.
Con i miei occhi berrò il primo sorriso
che, come un germoglio, sboccerà
sulle tue labbra semiaperte.
Il mio desiderio è solo questo."

Rabindranath Tagore nacque il 7 maggio del 1861 a Calcutta, in India. Fu un poeta, scrittore, drammaturgo e filosofo bengalese e si aggiudicò il Premio Nobel per la letteratura nel 1913. Fu il primo Nobel letterario non occidentale della storia. Tagore parte sempre dalla contemplazione della natura, sia essa benevola o distruttiva come la forza di un monsone. Tratta spesso l'argomento amoroso indicandolo come una delle facce più profonde e sconvolgenti della natura stessa. Nelle sue poesie spiccano l'eros e la bellezza, mentre il suo animo appare spesso tormentato a causa della perdita che dovette affrontare, allorquando la giovane moglie scomparve prematuramente. Proprio questa perdita finì per segnarlo profondamente, diventando la fonte dei suoi dolcissimi versi. Le sue poesie più famose sono state raccolte nel "Gitanjali", Il Giardiniere.

Poesie d'Amore per Lei

Come una farfalla una poesia d'amore accarezza la sua anima

Il futuro - Julio Cortazar

"E so molto bene che non ci sarai.
Non ci sarai nella strada,
non nel mormorio che sgorga di notte
dai pali che la illuminano,
neppure nel gesto di scegliere il menù,
o nel sorriso che alleggerisce il tutto completo delle sotterranee,
nei libri prestati e nell'arrivederci a domani".

Julio Cortazar fu un poeta, scrittore e drammaturgo argentino naturalizzato francese. Nacque a Ixelles, in Belgio, il 26 agosto del 1914 e dedicò parte della sua vita al racconto metafisico e fantastico. In quest'occasione, lo scrittore indossa una veste più romantica e non è affatto complicato seguire le azioni dei personaggi o capire la loro psicologia: semplicemente, si tratta della fine di una storia d'amore e a farla da padrone sono sentimenti come la nostalgia e il rammarico. Fu particolarmente stimato da Jorge Luis Borges ed è stato più volte paragonato ad autori del calibro di Poe e Čechov. I suoi racconti non sempre seguono una precisa linearità temporale, mentre i suoi personaggi sono caratterizzati da una profonda psicologia.

Io non ti conoscevo - Pieter Van Der Meer

"Non ti pare meraviglioso?
Io non ti conoscevo,
tu ignoravi la mia esistenza.
Pensa; e se le strade della vita
sulle quali noi camminiamo
non si fossero mai incontrate?
Un'inezia, un ostacolo qualunque,
e noi saremmo rimasti lontani,
non ci saremmo conosciuti mai.
Sono talmente convinto
che era necessario che noi ci incontrassimo
che questo pensiero mi fa paura.
Dovevamo incontrarci,
perché Qualcuno ci guidava."

Lo scrittore olandese Pieter Van Der Meer nacque ad Utrecht il 10 settembre del 1880. Fu molto legato al pensiero cristiano diffusosi in Francia e parte del vecchio continente durante la prima metà del Novecento, tanto che decise dapprima di convertirsi al cattolicesimo, quindi di condurre una vita monacale. Prima di abbracciare la fede cristiana conobbe lunghi periodi di crisi, durante i quali era solito chiedersi cosa fare per ritrovare la pace. Il suo biografo Albert Helman lo ha definito un pellegrino dell'Assoluto.

Nizar Qabbani

"Continui a chiedermi la data della mia nascita
prendi nota dunque
ciò che tu non sai,
la data del tuo amore:
quella è per me la data della mia nascita."

Nizar Qabbani è stato un diplomatico, editore e poeta siriano. Nacque a Damasco il 21 marzo del 1923 ed è considerato uno dei più grandi poeti arabi di tutti i tempi. La guerra, la pace, la lotta politica e l'amore furono i suoi temi preferiti, trattati al contempo con distacco e grande cura del dettaglio e delle descrizioni. Qabbani ha saputo tradurre in versi il sentimento siriano e lo ha fatto talmente tanto bene che qualcuno ha pensato di scriverne alcune frasi con una bomboletta spray su un muro diroccato di Aleppo Est. Portavoce di quel sentimento, Qabbani è nel cuore dei suoi connazionali e di tutti coloro che hanno fatto proprio il sentimento che anima la rivolta, la resistenza e con esso l'amore per la patria e per la poesia in generale.

Si si - Charles Bukowski

"Quando Dio creò l'amore non ci ha aiutato molto
quando Dio creò i cani non ha aiutato molto i cani
quando Dio creò le piante fu una cosa nella norma
quando Dio creò l'odio ci ha dato una normale cosa utile
quando Dio creò Me creò Me
quando Dio creò la scimmia stava dormendo
quando creò la giraffa era ubriaco
quando creò i narcotici era su di giri
e quando creò il suicidio era a terra

Quando creò te distesa a letto
sapeva cosa stava facendo
era ubriaco e su di giri
e creò le montagne e il mare e il fuoco
allo stesso tempo

Ha fatto qualche errore
ma quando creò te distesa a letto
fece tutto il Suo Sacro Universo."

Charles Bukowski nacque ad Andernach, in Germania, il 16 agosto del 1920. Conosciuto anche con lo pseudonimo di Henry Chinaski, è stato uno dei più affermati scrittori e poeti del movimento Beat. Scrisse sei romanzi e migliaia fra racconti e poesie, per un totale di più di sessanta libri. Il suo realismo a volte stringe lo stomaco, altre volte predilige l'ironia. La nota sempre presente è il suo grande amore per la vita e per le cose terrene, compresi il sesso e l'amore. Bukowski descrive un amore carnale, un sentimento forte, intenso e basato soprattutto sulla bellezza fisica e sulla passione.

Su Aforismario trovate anche altre bellissime poesie d'amore per lei.