I Matrimoni Misti

I Matrimoni Misti

Un matrimonio in cui due culture si incontrano

I Matrimoni misti in Italia

L’italia sta diventando sempre più multiculturale, non solo per via dei processi migratori che portano nel nostro Paese cittadini di diverse provenienze ma anche per via della possibilità di viaggiare a costi più bassi rispetto al passato, ai tanti progetti di studio nati da collaborazioni fra Università di Paesi europei e non.

Tutto questo rende le occasioni di incontro con altre culture più facili, i matrimoni misti sono infatti in costante aumento.

Secondo i dati dell’Istat, un matrimonio su cinque nel nostro Paese coinvolge un cittadino straniero, ovvero uno dei due sposi ha cittadinanza straniera.

Le nozze miste: un’istituzione comune ormai nel nostro Paese

Le nozze miste sono diffuse nel nostro Paese anche se individui di culture etniche di altri paesi tendono a sposarsi tra di loro conservando le proprie culture e tradizioni.

In Italia resiste il modello di famiglia tradizionale basato sul matrimonio cattolico. Molte persone di etnia diversa decidono tuttavia di sposarsi in un unione mista piuttosto che formare un’aggregazione familiare tipo la convivenza: in un matrimonio civile infatti si hanno più diritti garantiti, nello specifico si puo’ richiedere la cittadinanza italiana dopo un certo periodo di residenza sul suolo italiano.

Qualche numero

I matrimoni misti sono più diffusi al Nord, dove le comunità di stranieri sono più numerose e più radicate sul territorio, qui i matrimoni misti sono il 15% del totale, mentre al Sud la percentuale si aggira attorno al 6%.

A questo vanno aggiunte le convivenze, sono circa 600.000 quelle registrate nel 2016.

Bisogna precisare che, sebbene nell’immaginario collettivo, il matrimonio misto riguarda quello celebrato fra un cittadino Italiano e un cittadino proveniente da un altro continente, sono in realtà matrimoni misti anche quelli fra cittadini dell’Unione Europea ed anche quelli fra un cittadino Italiano e uno che ha acquisito la cittadinanza Italiana.

Insomma, un matrimonio fra un’Italiana e un Francese é un matrimonio misto, registrato in questi dati statistici.

Un incontro tra due culture

I matrimoni misti sono sicuramente un fattore positivo che aiuta l’integrazione e la conoscenza di diverse realtà, culture e storie.

E in un momento storico caratterizzato dalla paura della diversità e dalla volontà diffusa di chiusura, questi esempi di integrazione possono contribuire a combattere il dilagare di stereotipi.
Parliamo, allora, dei vantaggi di un matrimonio fra diverse culture.
  • Uno dei vantaggi che salta subito all’occhio é l’occasione di imparare una nuova lingua, che potrebbe tornare utile in molte occasioni, per viaggiare ma anche per trovare un nuovo lavoro.

Poi c’é la cucina, conoscere piatti e sapori nuovi e nuove feste da celebrare.

I matrimoni misti sono, in un certo senso, un laboratorio sociale.

I giovani oggi sono quelli più aperti a nuove culture e a questo tipo di matrimoni perche’ sono cresciuti con un’altra mentalità rispetto ai loro genitori. Fino al primo dopoguerra era impensabile un matrimonio misto in Italia ma anche all’estero almeno in Europa sarebbe stata una mosca bianca.

Un matrimonio in cui due culture si incontrano

I figli nati dalle coppie miste

Secondo uno studio pubblicato dall‘Università Canadese Concordia e dalla Princeton University, i bambini bilingue presentano vantaggi cognitivi rispetto ai coetanei cresciuti parlando una solo lingua. Mentre i bambini cresciuti parlando una singola lingua sono più propensi a pensare che tutto sia innato, naturale e non modificabile, i bambini bilingue tendono a dare più valore all’esperienza del processo di apprendimento.

La loro mente é più flessibile e tendono ad adattarsi più facilmente a situazioni diverse.

Non e’ tutto rose e fiori

Sempre dai dati statistici emerge anche che le coppie miste hanno una percentuale di divorzi di molto superiore rispetto a quelle non miste. Vediamo adesso perche’.

Un matrimonio in cui due culture si incontrano

I problemi si presentano per quanto riguarda l’educazione dei figli

I problemi che possono nascere all’interno di una coppia mista coinvolgono l’educazione dei figli, le diversità religiose, la differente concezione del rapporto e dei ruoli uomo-donna e la famiglia di origine che, in molti casi, non accetta volentieri il partner straniero/a.

Mentre quando la coppia non ha figli questi problemi sembrano lontani, già dal momento della nascita sono necessarie scelte che possono creare incomprensioni nella coppia, problemi che potrebbero rivelarsi insormontabili.

  • Man mano che il figlio cresce, poi, soprattutto nella fase dell’adolescenza, in particolare riguardo alle figlie femmine ed alla loro vita pubblica, le differenze culturali potrebbero diventare veramente importanti.
  • Se nella coppia mista uno dei due genitori vede le donne come inferiori o comunque legate ad un ruolo domestico é facile che nascano problemi legati alle opportunità date alla figlia rispetto al figlio.

Questo si manifesterà dalle uscite con gli amici alle possibilità di studio in Italia o all’estero fino al mondo del lavoro e della vita di coppia della figlia nell’età adulta.

Come superare le differenze, l’educazione dei figli di coppie miste

Secondo psicologi e sociologi, nel processo educativo i genitori di diversa provenienza dovranno venirsi incontro, imparando a conoscere ed accettare senza pregiudizi le pratiche educative dell’altro.

Si tratta di un processo di negoziazione all’interno della coppia che nelle coppie non miste non avviene, avendo in comune un’idea di educazione tramandata dalla società nella quale entrambi sono cresciuti.

I figli nati da matrimoni misti da grandi accetteranno le due culture

I bambini nati da coppie miste, invece, si troveranno a dover interpretare e scegliere o mediare fra i messaggi che arrivano da due diverse culture.

Il compito dei genitori non é facile, dovranno stare attenti a non far prevaricare una cultura sull’altra, dando la possibilità ai figli di crearsi una propria identità.

L’educazione religiosa dei figli nelle coppie miste

Se entrambi i genitori sono laici, il bambino crescerà senza una religione “forzata” e sceglierà da grande se vorrà aderire ad una religione oppure no.

Sarà il bambino stesso a chiedere ai genitori di andare al catechismo, alla moschee o alla sinagoga, per sentirsi uguale agli altri bambini o per conoscere l’universo di origine dei genitori, ed é bene non impedirglielo, lasciando scegliere liberamente.

Spesso le cose che abbiamo in comune sono più di quelle che ci dividono.

La famiglia non é un’entità monolitica che vive distaccata dalla realtà sociale, è quindi importante, per il partner originario del Paese in cui vive la coppia, non fare sentire l’altro come diverso ma ascoltare e cercare un terreno di incontro.

La maggioranza di matrimoni misti in Italia sono unioni serene

Non sono un’istituzione ancora diffusissima. Funzionano soprattutto se il partner italiano non fa prevalere la propria cultura su quella del partner non italiano. Una forma di rispetto che fa parte dell’amore.