Sposarsi In Chiesa

Il Matrimonio Religioso

Sposarsi In Chiesa

Considerazioni Spirituali sul Sacramento del Matrimonio Cattolico e Guida Pratica ai documenti, al consenso e all'iter da seguire.

Sommario

Oggi parleremo dell'Istituzione del Matrimonio Cattolico molto diverso dalla Cerimonia Laica in Comune che istituisce il matrimonio civile.

Sposarsi in Chiesa: Il matrimonio religioso

In questo articolo davvero molto approfondito parleremo di tutto quello che occorre sapere se ci si vuole sposare in Chiesa con il rito cattolico appunto.

Il lettore si accorgerà che la cosa più importante, il nocciolo della questione non sono tanto i documenti da fare, le pubblicazioni in Comune, le eventuali spese, e cosa significa il matrimonio concordatario quanto invece l'importanza e attualità del Sacramento del Matrimonio, in cosa consiste e perche' esso e' ancora a fondamento della famiglia nella nostra società.  E' bene che sia gli sposi che gli invitati partecipino a questa cerimonia con la profonda consapevolezza della sua consistenza spirituale.

Documenti per matrimonio religioso: Guida

  • Bisogna considerare che per sposarsi in chiesa si ha necessità di alcuni documenti importanti.
  • Innanzitutto è bene ricordare che al prete che celebrerà il matrimonio servono il certificato di Battesimo e di Cresima che si possono ottenere direttamente nella parrocchia dove sono stati ricevuti tali sacramenti. Nota: per sposarsi e' obbligatoria la cresima.
  • A questo punto c'è il Consenso Matrimoniale che porta così alla consegna del certificato di matrimonio che bisogna consegnare in comune.
  • Dopo questo step subentra quello della registrazione del matrimonio che viene effettuata in comune direttamente da personale addetto.
  • Un aspetto che bisogna ricordare è che lo stesso funzionario del comune indicherà i documenti necessari per esplicare tale pratica, ovvero l'atto di nascita e il certificato contestuale.

Matrimonio cattolico: Quanto costa sposarsi in Chiesa

Un aspetto che non bisogna sottovalutare quando si organizza un matrimonio è sicuramente quello economico.

Ma occorre ricordare che quando ci si sposa in chiesa non si parla di una vera e propria tariffa relativa alla cerimonia che ha luogo nel luogo sacro. Infatti nella maggior parte dei casi viene prevista un'offerta economica che ha un importo alquanto variabile: si va dai 250 euro fino ad arrivare anche agli 800, tenendo conto di quanto l'organizzazione possa essere lunga e complessa.

E soprattutto facendo attenzione a valutare le possibili esigenze della parrocchia in maniera tale che quei soldi possano concretamente rivelarsi utili.

Ovviamente al matrimonio in chiesa e quindi all'offerta per il prete che celebrerà la cerimonia religiosa, bisogna aggiungere tutte quelle spese correlate come i fiori, le decorazioni e anche il fotografo che avrà il compito di immortalare i momenti più importanti del sì più bello della vita di una coppia.

Perché sposarsi in chiesa?

La prima cosa fondamentale che bisogna sempre ricordare per sposarsi in chiesa è che chi si sposa con questo sacramento ha una fede che non vuole certo trascurare.

Ecco perché vuole affidare quella che è una delle scelte più importanti della propria vita.

Senza dimenticare che il matrimonio in chiesa viene visto anche come un vero e proprio sigillo alla possibilità di vedere la persona amata concretamente come un dono che il Signore ha fatto.

Ecco perché per i futuri coniugi il matrimonio in chiesa significa capire che al proprio fianco non c'è solo la persona fisica che si ama, bensì lo specchio di Dio. Motivo per cui si capisce che nessuno avrebbe il coraggio di trattare male il Signore e né tanto meno di tradirlo.

D'altronde è bene sempre ricordare che il matrimonio è un sacramento per cui celebrarlo in chiesa vuol dire concretamente rendere Dio protagonista. Questo tipo di sacramento e' fondamento ancora oggi della famiglia di tipo tradizionale.

Matrimonio concordatario

Quando si parla di cerimonia religiosa,di sposarsi in chiesa spesso si fa riferimento al matrimonio concordatario. In sostanza il matrimonio concordatario ha gli stessi effetti del matrimonio civile, cioe' ratifica il matrimonio in chiesa a quello in Comune.

Questo non è altro che il rito religioso che viene svolto direttamente dinanzi ad un ministro di religione cattolica.

Tale figura può essere anche il parroco di riferimento di uno dei due sposi o anche un delegato.

Una cosa importante che vale la pena ricordare è che questo matrimonio ha gli stessi effetti di quello civile: l'unica condizione imprescindibile affinché ciò avvenga è che il matrimonio stesso venga trascritto all'interno dei registri dello stato civile.

Ovviamente questo tipo di matrimonio è pienamente previsto e disciplinato dal diritto canonico.

Sposarsi In Chiesa

Aldila' dei preparativi e della burocrazia occorre considerare l'aspetto fondamentale del matrimonio cristiano come sacramento

Matrimonio religioso: dettagli relativi

  • Nel momento in cui si parla di matrimonio religioso si fa riferimento ad un sacramento che perciò richiede un'analisi attenta all'interno delle persone che vogliono unirsi.
  • Questo vuol dire, ad esempio, prendere parte ad un corso prematrimoniale, preferibilmente tenuto dal parroco che poi dovrà celebrare lo stesso matrimonio. Assieme al prete o ad un suo delegato si potrà riflettere attraverso la preghiera e l'analisi delle tematiche più disparate legate alla vita di coppia, la scelta di sposarsi in Chiesa.
  • Ovviamente al termine di ogni corso prematrimoniale non è previsto alcun tipo di certificazione, test o idoneità bensì il parroco procederà con l'emissione del consenso alle nozze,

Un passo cruciale di questo sacramento e' la scelta delle letture del matrimonio religioso: molte coppie scelgono proprio il Cantico Dei Cantici perche' questo libro dell'Antico Testamento esprime con poesia l'amore autentico di due giovani che si amano teneramente.

Non e' una tradizione sterile ma un sacramento profondo da prendere molto sul serio.

Matrimonio in chiesa: gli adempimenti

Uno dei passaggi cruciali per quanto concerne il matrimonio in chiesa è indubbiamente quello delle pubblicazioni.

Per quello religioso sono previste due pubblicazioni: prima quelle civile e poi quelle ecclesiastiche.

  • Le pubblicazioni civili avvengono presso il comune in cui viene celebrato il sacramento del matrimonio.
  • Invece le pubblicazioni ecclesiastiche vengono pubblicate sulle porte della chiesa per un periodo di otto giorni che includa anche due domeniche.
  • Il nulla osta al matrimonio viene rilasciato nel momento in cui l'addetto comunale verifica che non ci sia alcun tipo di impedimento.

Nel caso in cui possano esserci problemi potrebbe venire negata la concessione del nulla osta.

Nel momento in cui questa documentazione è pronta va consegnata al parroco che si occuperà della celebrazione del matrimonio religioso in maniera che possa effettivamente ufficializzarne la data.

Il sacramento del matrimonio

Una delle componenti fondamentali per quanto concerne i valori universali dell'umanità è l'amore.

Ancor di più se esso viene suggellato in presenza di Dio, custode del legame che sarà a vita con l'altra persona.

I coniugi cristiani che scelgono di celebrare il rito religioso del matrimonio ricevono lo Spirito Santo, un dono fondamentale per tenere accesa la fiamma dell'amore per Dio.

Infatti, come si può leggere nelle sacre scritture, i due coniugi devono amarsi proprio come fa Dio.

Proprio nelle scritture si fa riferimento all'uomo e alla donna che devono abbandonare il nido dove sono nati e cresciuti per unirsi alla persona che amano e con cui intendono passare la vita all'insegna dell'amore di Dio.

Ecco perché si può davvero dire che con il sacramento del matrimonio l'amore degli uomini si fa specchio di quello di Dio che nel contempo risulta essere sostegno fondamentale per l'amore umano.

L'importanza del matrimonio nella società

Il consenso nuziale nel momento del matrimonio non diviene un semplice sì al trascorrere la vita insieme.

Bensì esso viene visto come una donazione totale che una persona fa all'altro e anche a Dio affinché possa rispecchiare il suo amore ed esserne concreto testimone! (importante)

D'altronde nel momento del rito del matrimonio i due futuri coniugi si promettono eterno amore e soprattutto eterna fedeltà.

Oltre a considerare che si tratta di un autentico progetto in moto continuo visto che la responsabilità degli sposi non è legata solamente alla propria vita personale e di coppia, ma anche all'educazione dei figli.

Ecco perché essi diventeranno segno concreto che esprime il vero amore di Dio. Col sacramento del matrimonio inoltre è possibile ridare anche un senso importante alle relazioni coniugali che nella società di oggi troppo spesso si rompono con facilità. Nel sacramento del matrimonio non e' prevista la parola fine cioè il divorzio. Solo in rari casi una dispensa di nullità rotale ma per gravi motivi.

Il timbro di Dio è una testimonianza di amore fondamentale.

Domande frequenti sull'argomento

  • E' possibile sposarsi in chiesa dopo il matrimonio civile: si
  • I divorziati possono sposarsi in chiesa se il primo matrimonio era solo civile: si
  • E' possibile solo sposarsi in Chiesa senza il matrimonio concordatario: si
  • Non ci si può sposare in cresima senza cresima: si
  • Si può fare la promessa di matrimonio in chiesa: si
  • Sono obbligatori i testimoni di nozze: si

Ci piace pensare che per i nostri lettori sposarsi in Chiesa non sia un'usanza ma una vera e propria vocazione e consacrazione di vita. Sentite le parole del Santo Padre su Famiglia Cristiana.