Istituzione Del Matrimonio

Un’entità in divenire

Istituzione del Matrimonio

L’istituzione del Matrimonio ieri e oggi

Istituzione del Matrimonio

L’Istituzione dal latino vuol dire un’entità in divenire e si differenzia da istituto in quanto entità stabile. Il Matrimonio dalla fine dell’Ottocento ad oggi ha subito una straordinaria evoluzione. Vi propongo una piccola rosa di guide legali e sociali sull’argomento dell’Istituzione del Matrimonio, storia del matrimonio, suo significato sia nella forma civile che cattolica.

Perchè sposarsi

Perche' Sposarsi

Ci si sposa ancora oggi?

I corsi prematrimoniali

I corsi prematrimoniali

Obbligatori per la Chiesa

La promessa di matrimonio

Promessa di Matrimonio

Da non confondersi con le pubblicazioni

Sposarsi in Chiesa

Sposarsi in Chiesa il matrimonio religioso

Il Matrimonio Cattolico

Letture per Il Rito Cattolico

Cantico dei cantici matrimonio

Quali testi sacri scegliere

I Testimoni di nozze requisiti

Testimoni Di Nozze Requisiti

Che caratteristiche devono avere?

Sposarsi in Comune

Sposarsi In Comune

Il Matrimonio In Comune

L’Adozione Nazionale

Adottare Un Bambino Italiano

La Spiritualità dell’Adozione

Le Separazioni Legali

Separazioni legali

Le ultime novità

Il divorzio In Italia

Divorzio In Italia

Le ultime sentenze

L’Annullamento del Matrimonio

Annullamento matrimonio sacra rota

La Sacra Rota

Il Matrimonio Ebraico

Matrimonio ebraico

Un matrimonio acattolico

I Matrimoni Misti

Matrimoni Misti

Un matrimonio acattolico

Il Matrimonio Concordatario

Matrimonio Concordatario Significato

Il matrimonio riconosciuto dallo Stato

Edizione n.ro 1 del 11.09.2017/Rev.n.ro 1 del 14.06.2019

Foto Decorativa

I gigli, gli ibiscos, i fiori a cui il mio portale è dedicato

L’Angolo della Poesia

Lei era bella ed era buona.

Perdonala, Signore!

Lui era dolce ed era triste.

Perdonalo, Signore!

S’addormentava tra le sue braccia bianche

come un’ape in un fiore.

Perdonalo, Signore!

Amava le dolci canzoni,

lei era una dolce canzone!

Perdonala, Signore!

Quando parlava era come se qualcuno

avesse pianto nella sua voce.

Perdonalo, Signore!

Lei diceva: “Ho paura.

Sento una voce in lontananza.”

Perdonala, Signore!

Lui diceva: “La tua piccola

mano sulle mie labbra.”

Perdonalo, Signore!

Guardavano insieme le stelle.

Non parlavano d’amore.

Quando moriva una farfalla

piangevano entrambi.

Perdonali, Signore!

Lei era bella ed era buona.

Lui era dolce ed era triste.

Morirono dello stesso dolore.

Perdonali,

perdonali,

Perdonali, Signore!

Canzone degli amanti morti

Pablo Neruda
Foto Decorativa

Un sofisticato ibisco giallo con bellissimi fiori di campo

Giovanna Barbieri
L’autore che parla col cuore

© 2017 2019