Le Famiglie allargate

Famiglie Allargate

Un modello di famiglia nuovo che non piace a molti

Le Famiglie allargate: Cosa sono

Argomento completo e delicato, quello delle famiglie allargate: se ne parla un pò in tutte le cene, in molti ritrovi, fra i banchi di scuola: il problema più grande risiede nel fatto che parlandone, spesso si sfocia anche involontariamente in discorsi che sfiorano il razzismo, il maschilismo, il femminismo, l’eccessivo tradizionalismo e l’eccessivo lassismo: solo per elencare qualche aspetto.

Questo tipo di famiglia e’ quella che oggi va per la maggiore ed è ben lontano dal modello della famiglia tradizionale: è una famiglia composta da genitori spesso conviventi con figli avuti da precedenti relazioni. Un nucleo familiare derivante da genitori con un divorzio alle spalle e prima ancora separazione.

Una famiglia allargata risponde ad una moltitudine di caratteristiche differenti, che spesso non coincidono fra di loro.

  • Le famiglie allargate sono famiglie ricostituite; è una famiglia allargata la famiglia estesa; e’ una famiglia allargata una famiglia qualsiasi, definita da una coppia di fatto, cioè da due genitori legalmente non sposati con figli appartenenti alla relazione ed anche a relazioni precedenti.

I figli acquisiti

In genere ci sono tensioni con i figli del nuovo partner complicati anche dalla presenza dei figli propri. Può essere utile farsi assistere da una psicoterapeuta.

Famiglia allargata definizione

  • Non si tratta di poligamia, nè di altre forme differenti di famiglia legalmente riconosciuta, anche se ora, le famiglie allargate sono inquadrati con nuovi diritti e doveri simili al classico matrimonio. Una famiglia allargata è il risultato di un vero e proprio caos nell’ambito delle regole matrimoniali e civili che hanno contraddistinto le famiglie italiane dal dopoguerra ai primi anni ’90.
  • Perchè caos….perchè qualche decennio fa la famiglia era un valore solido (in Italia), cioè qualcosa di indissolubile, soltanto in pochi “osarono”farlo; sia l’uomo che la donna erano quasi programmati, si può dire religiosamente programmati a svolgere il proprio ruolo nel tempo, con regole precise e con valori emotivamente forti, indissolubili appunto.

Con il tempo le cose sono cambiate, queste regole sono venute meno, probabilmente perchè col passare delle generazioni i genitori non sono più riusciti,vuoi per cultura, vuoi per mancanza di tempo, a tramandare queste regole che gradualmente hanno finito con lo scomparire, lasciando sempre più spazio a modelli televisivi, spesso spettacolari ma decisamente fuori regola.

Il risultato è stata la crescita esponenziale di divorzi e separazioni, spesso purtroppo condite da astio e veleno, nonchè dispetti e talvolta da vere e proprie tragedie, proprio come in televisione.
E poi….Poi è arrivata una fasa successiva, la fase di accettazione del divorzio, come una regola comune, oramai nessuno ci da più il suo peso, ci si sposa e si divorzia, ci si risposa e si ridivorzia…

  • Sta di fatto, che adesso la normalità è diventata questa, con tutte le conseguenze del caso, cioè figli con partner diversi, figli adottivi, di nazionalità differenti e culture diametralmente opposte ecc. ecc. Si assiste sempre più spesso a separazioni con figli piccoli che diventano appunto figli acquisitivi da parte del nuovo partner in questo tipo di famiglia allungata.

Questo tipo di famiglia fa per noi?

Le persone adulte che sono cresciute con genitori divorziati sono per assurdo le più restie a intraprendere una relazione con una persona che ha avuto dei figli da un altro partner. Questo proprio per evitare ai propri figli delle sofferenze provate già sulla propria pelle.

Famiglia ricostituita

La famiglia ricostituita è composta generalmente da due coniugi precedentemente sposati con altre persone.
Si tratta del modello di famiglia allargata più complicato da gestire sia in senso legale che sotto tutti gli altri aspetti, quali la psicologia, l’educazione, la suddivisione dei compiti.

Dal punto di vista legale si tratta veramente di dover gestire problemi enormi, in quanto sul figlio naturale il genitore esercita comunque dei diritti, ma soprattutto dei doveri, fatti salvi casi in cui il giudice sentenzi situazioni a rischio, dovute principalmente a episodi di violenza o forti controversie.
Vedere in dettaglio tutti questi aspetti legali è più che complicato, consiglio senza dubbio la consultazione quantomeno di un blog su queste leggi, meglio in ogni caso rivolgersi direttamente ad un esperto avvocato. 

La stessa situazione si presenta sotto l’aspetto psicologico, in special modo dei figlicostretti a subire dolorose situazioni di separazione fra i genitori naturali ed accettare patrigni e matrigne quasi sempre al di fuori della volontà propria, soprattutto a causa dello stato civile di minorenne.

Si tratta oltrettutto di situazioni comunque a rischio, perlomeno per ciò che riguarda i normali attriti: non è pensabile infatti che un genitore naturale possa assentarsi dalla vita di suo figlio per sempre ed incondizionatamente: spesso non ci riesce neppure il giudice.
Questo significa che la famiglia ricostituita deve comunque prevedere che i genitori naturali, in un modo o nell’altro, si inseriscano anche solo molto parzialmente, complicando di fatto una situazione già complicata.
Anche in questo caso, gli aspetti psicologici sono parecchio numerosi, particolari, di difficile comprensione.

  • Senza un buon psicologo si finisce per girare intorno al problema senza trovare mai un’adeguata soluzione.
    Di conseguenza a questo, la suddivisione dei compiti diventa anch’essa giornaliera e di difficile programmazione, un’autentico caos che onestamente, in presenza di figli andrebbe evitato.
  • Non potendone farne a meno, e ricostituendo di fatto una famiglia, i vantaggi che ne derivano sono senz’altro culturali per tutti.
  • Spesso la famiglia di un tempo era chiusa nel proprio guscio, ritenendo gli altri persone da cui difendersi o comprenderne i differenti valori; ora queste nuove situazioni sociali aiutano ad essere più uniti tutti, e soprattutto a comprendere che anche gli altri siamo NOI, proprio come nella famosa canzone di Umberto Tozzi, decisamente calzante.

Il mondo animale docet

Nel mondo animale ci sono molti animali anche di sesso maschile che di fronte ad un mammifero cucciolo diventano all’improvviso balia anche se fa parte di un’altra specie.

La famiglia estesa: L’esatto contrario della famiglia allargata

La famiglia estesa, come precedentemente detto, è un tipo di quelle famiglie allargate, ma con la famiglia ricostituita non c’entra assolutamente nulla; si tratta di un modello completamente differente, le cui caratteristiche sono le seguenti.
Essa è composta da tutti i membri di almeno una generazione, conviventi o coabitanti sotto lo stesso tetto.
Si tratta, al contrario della famiglia ricostituita, di una situazione tutt’altro che “moderna”: la famiglia estesa ha radici ben lontane, ed in parecchi casolari di pianura si continua a mantenere anche ora.
In una famiglia estesa, nonni, zii, cugini, nipoti vivono tutti insieme: certo nessuno obbliga qualcuno a scegliere tale modello di vita all’interno di codesto nucleo.

  • Si tratta di una situazione che ricorda molto il film “Il Ciclone” di Leonardo Pieraccioni: ciò che accomuna una famiglia estesa sono i valori familiari intrinseci al cognome, ed ognuno in genere svolge a turno i compiti per far si di espletare le numerose faccende di casa, spesso correlate anche al bestiame, alla cascina, al terreno da coltivare ecc. ecc.
    Un altro valido esempio di famiglia estesa è la famiglia “Duke’s di Hazzard” della famosa serie televisiva, dove sotto lo stesso tetto convivevano tre cugini ed uno zio anziano.
  • Sotto l’aspetto psicologico e legale in questo caso non c’e’ molto da dire; si tratta di situazioni forse fra le migliori che esistano, vita semplice e forse povera, ma nello stesso tempo ricchissima di valori e di forza di volontà.
    Spesso chi ne fa parte si sente in basso e guarda gli altri come obiettivi da imitare e raggiungere, di fatto quando ci si trova dalla parte opposta, tante persone vedono la situazione rovesciata, forse purtroppo proprio a causa di separazioni e divorzi.

Conclusioni

  • Il concetto di famiglia sembrava essere stato abbandonato; le separazioni ed i divorzi in aumento hanno fatto sgretolare uno dei pilastri della nostra cultura.
  • Ma come per l’araba fenice, che rinacque dalle ceneri, ad una fine corrisponde una rinascita, ed ecco qua  un nuovo tipo di famiglia, con tanti e numerosi problemi, ma sempre e soprattutto una famiglia.

Nonostante gli inevitabili problemi psicologici dati da figli avuti da precedenti relazioni non e’ inusuale vedere nascere delle belle amicizie fraterne tra i figli rispettivi dei due partner e spesso il nuovo compagno della mamma o del papà può diventare un punto di riferimento educativo nella vita di questi giovani a patto che non si voglia sostituire alla figura genitoriale.

Una famiglia allargata può essere serena ed equilibrata a patto che il partner non metta il proprio compagno in secondo piano rispetto ai figli.